12
Si è concluso sulle note di 'Io vagabondo' il funerale di Emiliano Mondonico, e il feretro dell'allenatore morto a 71 anni all'uscito dalla basilica della sua Rivolta d'Adda (Cremona) è stato salutato da un lungo applauso della folla, fra bandiere sventolanti, i fuochi d'artificio e i fumogeni accesi dagli ultrà dell'Atalanta. Come riporta l'Ansa, durante il rito funebre monsignor Dennis Feudatari ha ricordato la sua ultima brevissima conversazione domenica scorsa in piazza a Rivolta con Mondonico che, pochi giorni prima di arrendersi al tumore, riuscì solo a a dire: "E' dura". Il monsignore ha ricordato la sua capacità di andare "oltre la carriera di allenatore e calciatore, la sua continua ricerca di trovare altri luoghi e circostanze dove giocare la vita, dove darsi tutto a tutti".

11.15 - Ecco le parole di Urbano Cairo, così come riportate da Toronews: "L’ho incontrato in poche occasioni, come al centenario o all’inaugurazione del Filadelfia ma ho sempre avuto molti contatti con lui; è sempre stato estremamente gentile e positivo. Mi ha sempre fatto piacere parlare con lui. La sedia alzata è il simbolo del tremendismo granata, è stato un gesto spontaneo. E’ stato un gesto che lo caratterizza, è sempre stato genuino ma anche un po’ ribelle, sotto un certo punto di vista. Bisogna dire che non è mai andato oltre, ha sempre fatto tutto nelle giuste misure. Questo è, sicuramente, un bel modo di affrontare le situazioni, anche quelle negative, e anche per questo ha lasciato un bel ricordo. Era speciale, si è fatto amare da tante tifoserie e penso che questo sia emblematico". 


11.00 - Applausi, bandiere, fumogeni e il coro 'Emiliano 'alzaci la sedia' hanno accolto il feretro di Emiliano Mondonico nella chiesa di Rivolta d'Adda, dove riceverà l'ultimo saluto. Come riporta l'Ansa, nella folla di migliaia di persone c'era anche un paio di tifosi con una sedia brandita in aria (un'altra da cucina è stata esposta a una finestra in un palazzo davanti alla chiesa), in ricordo della celebre protesta contro l'arbitro nella finale di coppa Uefa del '92 tra Torino e Ajax, una delle immagini icona della carriera dell'allenatore. 
Fra i personaggi del mondo del calcio che partecipano al funerale dell'allenatore, morto giovedì dopo sette anni di battaglie contro un tumore all'addome, ci sono anche il presidente del Torino, Urbano Cairo, il club manager della Fiorentina, Giancarlo Antognoni, e diversi ex calciatori, come Filippo Inzaghi, Paolo Pulici, Gianluigi Lentini e Angelo Carbone.

10.30 - Sono in corso a Rivolta d'Adda i funerali di Emiliano Mondonico, ex allenatore, fra le altre, di Atalanta, Cremonese, Torino e Fiorentina. Presenti numerosi personaggi del mondo del calcio, simpatizzanti e tifosi delle squadre alle quali Mondonico, morto all'età di 71 anni, aveva legato il suo nome. Il Mondo era nato il 9 marzo 1947 a Rivolta d'Adda.