125
Doveva essere la notte dell'Argentina nelle qualificazioni per il Mondiale di Russia 2018, in quella Bombonera che doveva trasformarsi in un inferno per il Perù. E invece così non è stato, con la squadra di Sampaoli che non è riuscita a sfondare il muro perfettamente organizzato dall'argentino Gareca, commissario tecnico dei peruviani ed ex giocatore, poco amato, del Boca Juniors. Fuori Icardi e Dybala, con Higuain a casa, nel 4-2-3-1 c'è spazio per il milanista Biglia al fianco dell'ex Inter Banega, con il Papu Gomez, Di Maria e Messi alle spalle del Pipa Benedetto, idolo di casa. Proprio il centravanti, scelto al posto di Icardi, si è divorato un paio di occasioni, infrangendosi contro un super Gallese, estremo difensore del Perù, in campo con un dito dolorante. 

LA RIPRESA - Nella ripresa Sampaoli lascia in panchina ancora Dybala e Icardi, puntando sul fantasista dello Zenit Rigoni, l'ex romanista Gago, che si rompe perù i legamenti e lascia poi campo a Enzo Perez. Il Papu si divora il vantaggio, Mascherano va vicino al gol da fuori area e Messi... beh, Messi ci prova in tutti i modi, da solo e coinvolgendo i compagni. Ma non c'è niente da fare. Anzi, il Perù con Guerrero e soprattutto Flores mette paura in ripartenza, e all'ultimo secondo sfiora il colpaccio con una punizione del Barbaro, ben parata da Romero. Argentina-Perù 0-0, ma tutto è ancora aperto, bastano i 3 punti in Ecuador all'ultima giornata. La vittoria del Paraguay in Colombia la tiene ancora viva. 

PASSA SE... - Con i tre punti contro l'Ecuador, l'Argentina si assicura matematicamente il quinto posto e quindi lo spareggio contro la Nuova Zelanda. Ma, se Perú e Colombia pareggiano, e se il Cile non batte il Brasile, l'Albiceleste arriva addirittura quarta e si qualifica in modo diretto. Messi & co potrebbero anche perdere, ma dovrebbe perdere anche il Perù con la Colombia (con più gol di scarto dei suoi) e se il Venezuela riesce a fermare il Paraguay. Con il pareggio, invece, bisogna affidarsi alle altre partite: il Cile deve perdere contro il Brasile con più di due goal di scarto; l'Argentina si qualifica (con gli spareggi) se il Perù perde contro la Colombia e contemporaneamente il Paraguay perde o pareggia con il Venezuela. Tutto è ancora aperto. 

CLASSIFICA

1) Brasile, 38 punti
2) Uruguay, 28 punti
3) Cile (in vantaggio per goal segnati) e Colombia, 26 punti
4) Perù (in vantaggio per goal segnati) e Argentina, 25 punti
7) Paraguay, 24 punti
8) Ecuador, 20 punti
9) Bolivia, 14 punti
10) Venezuela, 9 punti