152
L'ASL ferma la Salernitana. L'autorità sanitaria locale di competenza ha stabilito che tutti i calciatori della squadra allenata da Colantuono devono stare in quarantena domiciliare (di 5 giorni per i vaccinati e di 10 giorni per i non vaccinati), in quanto contatti stretti con i 9 compagni risultati positivi al Covid. 

Intanto il club campano ha chiesto il rinvio della partita di giovedì in campionato contro il Venezia, ma la Lega Serie A conferma il calendario della prima giornata nel girone di ritorno in programma il 6 gennaio. 
Dopo aver già saltato l'ultima giornata del girone d'andata con l'Udinese prima della sosta natalizia, è a rischio anche la trasferta di domenica prossima a Verona. 
IL COMUNICATO - L’U.S. Salernitana 1919 comunica che, a seguito degli ulteriori 5 casi di positività nel gruppo squadra accertati nella giornata di ieri, l’ASL di Salerno ha disposto: l’isolamento di 10 giorni per i tesserati risultati positivi, la quarantena domiciliare di 5 giorni per i componenti del gruppo squadra contatti stretti dei tesserati positivi con green pass valido, la quarantena domiciliare di 10 giorni per i componenti del gruppo squadra contatti stretti dei tesserati positivi con ciclo vaccinale non completo o non vaccinati. 
L’ASL di Salerno ha infine disposto, per motivi di pubblica sanità, che tutti i tesserati rientranti in queste categorie non potranno partecipare ad eventi sportivi ufficiali. 
Preso atto delle disposizioni dell’ASL di Salerno, l’U.S. Salernitana 1919 ha inoltrato comunicazione alla Lega Serie A al fine di chiedere il rinvio della gara Salernitana – Venezia in programma il prossimo giovedì 6 gennaio.