27
Serve Zapata per il vantaggio, firma il raddoppio e domina anche a Marassi contro il Genoa: Ruslan Malinovskyi è l’uomo in più di Gian Piero Gasperini, nonché MVP dell’ultimo turno di campionato. In un finale di stagione da combattere fino all’ultimo minuto, l’Atalanta aggiunge un altro jolly al mazzo. Il 28enne ucraino è in uno stato di forma strabiliante, con indici da Top Player a livello europeo (Efficienza Tecnica al 96% e Fisica al 94%) e in casa del Genoa l’ha messo bene in chiaro. Tra i suoi punti di forza spiccano sicuramente il controllo della palla e la proprietà di palleggio (K-Pass 97%), ma si rivela anche efficace nel creare spazi e linee di gioco per ricevere palla (K-Movement 96%) e abile nei tocchi rapidi utili a sfruttare gli inserimenti dei compagni (K-Solution 98%). La corsa continua (percorre addirittura 128 metri al minuto) lo rende produttivo anche in fase di interdizione (Pressing 93%) e l’intensità che mette in campo è ormai un suo biglietto da visita: gioca 57 minuti a ritmi altissimi con una performance decisamente anaerobica caratterizzata da movimenti veloci. Infatti, se da un lato supera solo quattro volte la soglia dello sprint (25 km/h), dall’altra chiude la gara con una potenza media di 12 W/kg, producendo una quantità di accelerazioni esplosive (45) e frenate brusche (69) quasi in linea con i dati sviluppati in 90 minuti dai compagni! Gasperini sorride per l’ennesimo asso nella (sua) manica, che non a caso è diventato il primo giocatore della Dea (dal 2004/05, ovvero da quando si hanno i dati a disposizione) capace di partecipare ad un gol per 10 presenze di fila in Serie A.