23
L'assist è arrivato da un ex rossonero del calibro di Jean-Pierre Papin che, nel corso di una intervista alla Gazzetta dello sport, ha lanciato un messaggio preciso a Lucas Paquetà: ​"Buttarsi giù per le panchine è un errore pericoloso: io lo capisco, quando non giocavo ero a pezzi, ma gli consiglio di non viverla così. Quei momenti sono stati la causa del mio rimpianto più grande. Quando arrivai al Milan non conoscevo la regola che limitava l’utilizzo degli stranieri al massimo di tre per partita, non me lo avevano spiegato. Andai via perché volevo più spazio, ma sbagliai, quella era la squadra giusta per me, prevalse il mio ego". Il brasiliano divide il Milan: una parte dell'area sportiva gli ha messo il cartello 'Vendesi', un'altra è convinta che ha il talento necessario per scrivere un nuovo capitolo della sua avventura in Italia. Lucas, fin qui, non sta forzando la mano per andare via, pur consapevole che gli interessamenti di Fiorentina e Benfica potrebbero diventare vere e proprie trattative. Che fare? Nel nostro focus video maggiori dettagli su costi, scenari e posizione del club rossonero.