Commenta per primo

Ripartire dal campionato, per dimenticare la Champions. Nel primo anticipo della 32esima giornata l'Inter ospita il Chievo, in una sfida che mette in palio punti importanti per scudetto e salvezza. A calciomercato.com il difensore clivense Davide Mandelli ha parlato delle insidie che nasconde il match di sabato e del momento gialloblù:

Come sta il Chievo?
Il Chievo sta bene, stiamo lavorando molto, siamo pronti e concentrati per l'Inter. Abbiamo 36 punti in classifica, siamo a buon punto, ma  non bastano, siamo tutti consapevoli che dobbiamo fare ancora molto per raggiungere la salvezza.

Ti aspetti un Inter ferita?
Si, avrà voglia di riscattare il ko di martedì ma guai sottovalutarla. Sarà un match difficile, non dimentichiamo che loro sono ancora campioni di tutto. Sono usciti un pò ridimensionati dalle ultime due sfide contro Milan e Schalke, erano due test importanti per i loro obiettivi stagionali, sabato avranno voglia di reagire. Chi temo di più? Impossibile fare nomi. Eto'o, Pazzini, Milito, Sneijder, Pandev, non so chi giocherà, ma sarà comunque difficile. L'Inter non è solo un giocatore, è un collettivo fortissimo. Sarà un banco di prova importante per tutti.

Mancano sette partite, il calendario non è favorevole (il Chievo deve affrontare ancora Inter, Juve, Roma, Udinese, Palermo ndr)
E' vero, ma non lo guardiamo. Pensiamo ad una partita alla volta. Adesso c'è l'Inter, da domenica penseremo al Bologna. E' ancora lunga, siamo tutti concentrati per portare a casa la salvezza il prima possibile.

Chi vince il campionato?
Il Milan è favorito perchè è davanti a tutti, ma non è ancora finita. Inter e Napoi non molleranno fino alla fine.

Constant è pronto per una grande squadra?
E' un giocatore importante, giovane ma con grande esperienza, anche internazionale (è nazionale della Guinea ndr). Adesso è concentrato sulla salvezza, il suo futuro verrà deciso a giugno. Ha le qualità per giocare in una grande squadra.

Cosa pensi di Uribe?
E' un giocatore che ha avuto delle difficoltà di ambientamento, adesso sta meglio e il suo inserimento procede bene. Ha grandissime qualità, è veloce e temibile dentro l'area di rigore. Ha un grande futuro davanti, sono convinto che un giorno giocherà in un top team. Prima però deve fare bene con la maglia del Chievo.