28
Andrea Pinamonti è rimasto al Genoa. Come previsto, perché l'attaccante è stato al centro del mercato di gennaio pur avendo una limitazione importante a livello burocratico per pensare a una sua cessione. L'Inter infatti doveva attendere che scattasse l'obbligo di riscatto da parte del Genoa nel mese di febbraio, ecco perché pensare a un prestito ad altri club - come Spal o Cagliari - è diventato tecnicamente impossibile nella finestra di mercato di gennaio. Un passaggio determinante che ha bloccato il discorso Pinamonti in uscita.


Ascolta "L'Inter e l'intrigo Pinamonti: la verità tra riscatto, 18 milioni e ora Raiola..." su Spreaker.
IL PIANO - Così presto Pinamonti diventerà formalmente un giocatore del Genoa per 18 milioni di euro, questa la cifra pattuita dalla scorsa estate tra le due società. L'Inter farà cassa e il Genoa non ha potuto privarsi di Andrea, cosa che non è affatto dispiaciuta a Davide Nicola che non a caso l'ha rilanciato da titolare contro l'Atalanta, pure con ottimi risultati. Mino Raiola ha provato in ogni modo a chiarire la situazione per Pinamonti e sbloccarla anche con l'Inter, di certo per la stagione 2020/2021 pretenderà maggiori certezze. Intanto, Andrea dovrà riconquistare la fiducia del Genoa e ha già promesso di riprendersi gol, posto da titolare e impressioni positive da parte di tutti. "Per me è l'attaccante del futuro", aveva detto Roberto Mancini solo qualche mese fa. Ora è il momento di dimostrarlo, con l'Inter che fa cassa ma lo tiene sempre d'occhio per il futuro prossimo.