25
Fiducia a Frank de Boer. Aspettando un nuovo segnale già con la Sampdoria, stasera; per evitare nuove nubi all'orizzonte. Ma l'Inter del futuro è accostata in continuazione a un solo nome, in vista della prossima stagione: Diego Pablo Simeone, il Cholo che ogni giorno è individuato come profilo numero uno nel mirino di Suning per programmare un nuovo ciclo importante in nerazzurro. Ebbene, che l'allenatore argentino dell'Atlético Madrid sia il grande obiettivo, ci sono pochi dubbi; ma realizzare questo sogno è tutt'altro che semplice.

(ENGLISH VERSION)
COSA C'E' STATO E UNA RIVELAZIONE
 - Fin qui, tra l'Inter e Simeone cosa c'è stato? Sicuramente qualche contatto, attestati di stima, più di una cena in amicizia col vicepresidente Javier Zanetti a cui è molto legato dai tempi dell'esperienza in nerazzurro. Anche in quel caso, non si è mai parlato seriamente di un futuro all'Inter, se non tra sorrisi e in chiacchierate amichevoli dove Simeone non ha mai nascosto il gradimento per l'Italia. E il desiderio di tornarci, come ha espresso anche in molte interviste: "Un giorno mi rivedo a Milano, da allenatore". Un segnale che ha fatto sognare, ma da qui a trovare un accordo ci vorrà ancora tanta strada. Anche se dai pensieri di chi conosce bene Simeone filtra una rivelazione molto chiara da parte del Cholo in merito all'Inter: pare che ritenga la rosa attuale nerazzurra di ottimo valore, se ben organizzata e allenata con un progetto importante. Come se potesse essere una bella sfida anche per lui, che ha dato nuovo lustro all'Atlético in modo sensazionale.

MURO ROJIBLANCO - A proposito di Atlético, i dirigenti del club non gradiscono particolarmente tutte le voci che arrivano sull'Inter. Anzi, hanno da tempo in mente di proporre a Simeone il rinnovo entro la fine di quest'anno per il contratto che va a scadenza nel 2018; un modo per dare un segnale di risposta, nei piani rojiblancos c'è uno stipendio ritoccato e addirittura la volontà di farlo uomo immagine per la promozione anche del nuovo stadio dell'Atleti pronto per il prossimo anno, la Peineta. Insomma, il volto di un ciclo che riparte da lui. La scelta però sarà solo di Simeone, il fatto che abbia indirizzato il figlio Gio a giocare in Italia, al Genoa, secondo chi conosce il Cholo è un altro segno. Lo voleva anche lo Sporting Gijon, lo ha visto meglio nel nostro Paese. L'Inter ci proverà, è sicuro; la strada però è ancora molto lunga. E intanto, de Boer pensa a blindare la sua panchina nel presente. Mentre c'è chi sogna il Cholo per il futuro...