A metà strada, con il futuro in bilico. Marcelo Brozovic non sa dove giocherà la prossima stagione, non è sulla lista degli incedibili dell'Inter, a differenza di de Vrij, Lautaro e Skriniar, ma non è nemmeno sicuro di partire. Insomma, tutto dipenderà da Conte e soprattutto dal mercato, che deve ancora entrare nel vivo e che potrebbe portarlo verso altri lidi. Tante ipotesi, qualche dubbio, una certezza: il croato arrivato nel luglio 2016 dalla Dinamo Zagabria, se avrà un'occasione, si giocherà le sue carte per convincere il nuovo allenatore.

CONTE ASPETTA, MA... - Conte infatti non ha bollato Brozovic, a differenza di quanto fatto con Icardi, che non vuole vedere nemmeno in fotografia. Ne ha parlato con Marotta, vuole conoscerlo, studiarlo, vederlo all'opera, per capire se può funzionare nella sua idea di gioco. Nessuna bocciatura preventiva, semmai la possibilità di dire la sua, di convincere. A meno che...arrivi un'offerta, che possa cambiare gli scenari. Brozovic, infatti, ha una clausola di 60 milioni di euro, ma l'Inter è pronta ad ascoltare offerte inferiori, vicine ai 40. Nessun club, che ha il nome del croato sulla lista dei desideri, al momento si è spinto così in alto. Ma il mercato è lungo e nessuna opzione va esclusa a priori.