87
Stefano Sensi prepara il suo rientro in campo. Perché dopo i minuti finali col Borussia Dortmund, il centrocampista dell'Inter è stato costretto a fermarsi ancora col Verona e lo staff medico non ha potuto o voluto correre alcun rischio: meglio preservarlo, in questa sosta sta lavorando bene e tornerà a disposizione di Conte per la trasferta di Torino, sarà l'allenatore a decidere se utilizzarlo dal primo minuto o meno in vista di Praga dove l'Inter si gioca un pezzo di stagione. Ma Sensi ci sarà.


RISCATTO E CITIZENS - Intanto, la dirigenza si gode un acquisto capolavoro per costi, formula e tempistiche. Sensi è stato il fiore all'occhiello del mercato dell'Inter e non c'è ovviamente alcun dubbio su un riscatto già avviato anche nelle pratiche verbali con il Sassuolo, i rapporti tra club sono buonissimi e si sta preparando un'intesa allargata in vista di giugno 2020. Mentre tante società importanti lo monitorano seriamente: non solo il Barcellona come svelato dai media catalani, anche il Manchester City si è mosso con i propri scout negli ultimi mesi per seguire passo dopo passo i progressi di Sensi. Lo stesso Pep Guardiola ha dato ordine di farlo per Tonali, Fabian Ruiz e lo stesso Sensi come centrocampisti dall'identikit gradito in Serie A, in segreto è già partita la missione dei Citizens per osservarlo. Lavori in corso, ma per l'Inter a giugno sarà ancora intoccabile.