368
Quattro caselle occupate, due a destra e due a sinistra, ma l’Inter sulle fasce non si sente al sicuro. Robin Gosens non è nuovo a qualche acciacco, questa è già di per se una brutta notizia, se poi la associamo al fatto che il tedesco è arrivato per sostituire Perisic, allora possiamo anche catalogarla come una grana tra le mani di Inzaghi. Il croato è stato l’uomo in più dell’ultima stagione, da quinto a sinistra si è affermato come uno dei migliori interpreti del ruolo a livello europeo e per l’Inter, non avere un sostituto all’altezza, o rischiare di averne uno a mezzo servizio, significherebbe aver lavorato e programmato male. 

IL PRIMO NOME DELLA LISTA - Ecco perché in questi giorni c’è stato un nuovo contatto con l’esterno dell’Udinese Destiny Udogie, valutato 20 milioni di euro dai friulani. L’operazione oggi è impossibile, ma dovesse partire Skriniar alla cifra giusta, l’Inter impiegherebbe parte del capitale proprio sul classe 2002, da sempre il preferito in viale della Liberazione, anche se poi qualche settimana fa hanno dovuto preferirgli Bellanova (assistito di Busardò, stesso agente di Gosens e intermediario che sta seguendo la cessione di Skriniar) per questioni di bilancio. Udogie torna dunque nel mirino dell’Inter, per adesso siamo a nuove valutazioni. I contatti con l’entourage sono stati riallacciati ma la trattativa potrà mettere le ali solo dopo aver ceduto Skriniar ed essersi liberati di Lazaro.