381
Si sono sfiorati qualche settimana fa, quando ancora c’era margine per una triangolazione con lo Jiangsu, che lo avrebbe comprato per poi girarlo in prestito oneroso con obbligo di riscatto ai nerazzurri. Ma il tempo a disposizione non ha aiutato gli sviluppi della trattativa: il mercato cinese era in chiusura e Suning non aveva nessuna voglia di lasciarsi prendere per la gola dallo Sporting Lisbona, che ai tempi aveva rifiutato un’offerta di 40 milioni di euro più bonus. 

 

KIA AD APPIANO - Sono passati diversi giorni, ma in Pinetina non è svanito il desiderio di giungere a Joao Mario. Ieri ad Appiano Gentile era presente kia joorabchian, che prima ha seguito la conferenza di de Boer in uno degli uffici presenti, poi ha assistito alla seduta d’allenamento iniziata alle ore 15. L’agente iraniano cura gli interessi del portoghese e secondo quanto filtra, è abbastanza ottimista per lo sviluppo positivo di questa trattativa di mercato. L’Inter si è detta disposta ad alzare l’offerta e si spinge fino a 45 milioni di euro più 5 di bonus. 
LE CONFERME - Arrivano conferme anche dal Portogallo, a scriverlo è Record, che spiega come lo Sporting Lisbona, di fronte a quest’ultima offerta nerazzurra, non riuscirebbe ad ergere ulteriori muri. La clausola di Joao Mario è fissata attorno ai 60 milioni di euro, ma per 10 in meno la questione potrebbe risolversi. Non è ancora partito il fax che attesta l’offerta ufficiale dell’Inter, ma Kia Joorabchian potrebbe volare in Portogallo proprio in queste ore, per rendere note allo Sporting le reali intenzioni della società di corso Vittorio Emanuele. L’Inter è disposta ad un sacrificio pur di regalare il centrocampista campione d’Europa a Frank de Boer, che comunque si è preso una settimana per valutare tutto.