"In un calcio ormai privo di esempi da seguire e positività, ma sempre più basato sul denaro e sul ritorno economico, e funestato da eventi che con il pallone non hanno nulla a che vedere, questa rubrica vuole proporre un momento di svago settimanale che ci riavvicini allo sport più bello del mondo, legato al campo di gioco ma non solo, anche ai social, alle iniziative di beneficenza e a storie da raccontare: il calcio è felicità, il calcio è passione, il calcio è "Momenti Di Gioia""


Lewis Kinsella, la mosca bianca: l'unico calciatore capace di retrocedere due volte nella stessa giornata. La discesa di categoria è già di per sè un dramma sportivo, figuriamoci viverlo per ben due volte nel giro di 24 ore. E' quello che è accaduto al calciatore inglese classe '94, di proprietà dell'Aston Villa ma in prestito al Kidderminster, che ieri ha patito l'incubo della retrocessione per ben due volte.  

GIORNATA DA INCUBO - Infatti mentre l'Aston Villa, squadra detentrice del suo cartellino, dopo 28 anni retrocedeva aritmeticamente a causa  della sconfitta contro il Manchester Utd, anche lo stesso Kidderminster, dove gioca attualmente e militante in Conference, in seguito al pareggio per 0-0 contro il Barrow ha dovuto dire addio alla categoria. Il ventenne ha subito reagito però, postando su Twitter: "Due retrocessioni in un giorno", con tanto di emoji rappresentante il muso della scimmietta con le mani sugli occhi, quasi a voler dire "rido per non piangere".