7
Il miracolo Ansu Fati può essere ripetuto. Ne è convinto il Barcellona, che dopo aver lanciato nel calcio professionistico il fenomeno classe 2002 originario della Guinea Bissau, è pronto a concedere il bis. Secondo la stampa spagnola, i blaugrana hanno messo gli occhi infatti sul connazionale Karim Adeyemi, stella di proprietà del Salisburgo. Un attaccante di grande prospettiva sulla bocca di tanti addetti ai lavori dopo le promettenti prestazioni fornite all'ultimo Europeo Under 17 con la maglia della Germania. E tra i top club sempre vigili su talenti di questo calibro non può mancare la Juventus.

BOCCIATO DAL BAYERN - Padre nigeriano, madre rumena, la storia di Adeyemi è quella di un ragazzo che ha avuto la fortuna di avere la classica seconda possibilità, dopo essersi giocato malissimo la prima, tra le fila del Bayern Monaco. Entrato a soli 10 anni nel settore giovanile della squadra campione di Germania, palesa fin da subito un carattere parecchio problematico che, unito a un rendimento scolastico non eccelso, lo ha condotto al taglio per motivi disciplinari. Il destino è però favorevole al calciatore del Salisburgo, che viene notato dal presidente dell'Unteraching Manfred Schwabl (ex giocatore del Bayern) e letteralmente rilanciato. A condizione che cambiasse certi atteggiamenti e che soprattutto iniziasse a frequentare la scuola con profitto. Ma a convincere tutti dell'enorme potenziale del ragazzo sono i numeri in campo e i 20 gol in 28 partite con le giovanili.

BOMBER COMPLETO - Così tanti da indurre il Salisburgo a investire su di lui quella che oggi appare una cifra irrisoria, 3 milioni di euro. Non fa in tempo a esordire in prima squadra, ma lascia il segno in Uefa Youth League con 2 centri in altrettante partite e la scorsa estate viene girato in prestito al club satellite del Liefering, impegnato nella Serie B austriaca: l'impatto è semplicemente devastante, come dimostrano i 5 gol e 4 assist realizzati in 9 partite. Statistiche da predestinato quelle di Adeyemi, che piace per la sua capacità di interpretare il ruolo di punta centrale: mancino naturale, forte fisicamente ma dotato anche di una tecnica importante e di una buona abilità nell'attaccare lo spazio, il suo repertorio è quello di un giocatore davvero completo. Il Barcellona ha avviato i primi contatti, il Salisburgo ha immediatamente sbarrato la porta; un messaggio anche per la Juventus, che segue la situazione da una posizione più defilata ma è assolutamente presente.