311
La clausola di Lautaro Martinez da oggi in poi non varrà più. Sì, il fatidico 7 luglio è arrivato e l'attaccante argentino non lascerà l'Inter per i 111 milioni di euro pagabili subito ma con scadenza ben precisa. Dalla crisi per il Coronavirus in poi, il Barcellona è stato molto chiaro nel far sapere all'Inter che non avrebbe versato quella cifra per intero come previsto dal contratto dell'argentino: ben 111 milioni cash in unica soluzione sono qualcosa di inavvicinabile per tutti, pure per un top club come il Barça che ha sempre negoziato sulle modalità di pagamento e sull'inserimento di contropartite, senza successo.

Ascolta "La clausola di Lautaro è scaduta: niente 111 milioni, il Barcellona ha fatto sapere all'Inter che da oggi..." su Spreaker.

COSA SUCCEDE DA OGGI - Da adesso in poi cosa succede? Di certo, l'Inter avrà la possibilità di proporre il rinnovo a Lautaro ma non c'è ancora alcun discorso avanzato in tal senso e servirebbe tempo. Anche perché la scadenza della clausola non significa che si concluda qui ogni trattativa per la sua cessione, anzi. Il Barça ha fatto filtrare l'intenzione di provare ancora a prendere Lautaro Martinez da qui ai prossimi mesi di mercato, non è considerato un obiettivo sfumato proprio perché non vincolato alla clausola. Sarà determinante un fattore: l'argentino potrà andare al Barcellona solo se spingerà per andare via, non basterà la sua volontà ma servirà anche una presa di posizione forte per rompere con l'Inter e chiedere di andarsene. Ad oggi non l'ha fatto, parola di Marotta; ma il mercato è ancora lungo. Solo in quel caso potrà lasciare Milano sempre che il Barça arrivi comunque a valutarlo almeno 110 milioni come prezzo base al di là della clausola scaduta, l'Inter non scende da quel costo complessivo. Di certo, da ora c'è uno strumento in meno per portar via il Toro. Ma col Barcellona non finisce qui. Lautaro permettendo...