12
Anche il mondo del calcio è rimasto colpito e scioccato dagli eventi che stanno scuotendo in queste ore gli Stati Uniti. L'assassinio di George Floyd da parte dell'agente di polizia Derek Chauvin a Minneapolis ha scosso le coscienze di molti e due calciatori come Weston McKennie e Marcus Thuram hanno scelto di non restare insensibili e di prendere posizione.

Il centrocampista dello Schalke 04 ha indossato una fascia al braccio sinistro, con la scritta "Giustizia per George Floyd", in occasione della partita di ieri pomeriggio contro il Werder Brema. Di altro tenore il gesto dell'attaccante del Borussia Monchengladbach, figlio dell'ex difensore di Parma e Juve Lilian, che, in occasione del gol del realizzato all'Union Berlino, si è inginocchiato. Un segno di rispetto per la vittima, ma anche di protesta contro le discriminazioni e le violenze subite da troppi cittadini afro-americani negli Usa negli ultimi tempi. Un gesto che ricorda quello che fece il giro del mondo dell'ex giocatore di football americano Colin Kaepernick.


Anche Jideon Sancho del Borussia Dortmund ha voluto esprimere la propria vicinanza, con un messaggio sulla maglia dopo il gol: "Giustizia per George Floyd".