Così è difficile andare avanti. Con questa situazione sarà necessaria la rivoluzione. Repubblica oggi in edicola racconta quello che sta succedendo in casa Inter, una polveriera pronta a esplodere. Lo spogliatoio - si legge - è diviso in tre bande: italiani, sudamericani e slavi. I rapporti di Icardi sono buoni con tutti ad eccezione di Perisic, Brozovic e Handanovic. Oltre a Spalletti, che ha fatto fuori Maurito facendola passare per una decisione del gruppo, il quale invece spingeva per una soluzione pacifica. Nello scontro tra l'ex guida della Roma e l'attaccante argentino il club non è voluto intervenire, ora rischia di pagarne le conseguenze perchè l'Inter in un mese ha perso il terzo posto ed è uscita dall'Europa League. 

CAOS TOTALE - Ausilio - si legge sempre su Repubblica - è da sempre legato al "clan" degli slavi e da quando è arrivato Marotta si sente senza poteri e minacciato, non è un caso che stia cercando un'altra squadra. L'ex dirigente della Juve, invece, ha subito la decisione di Spalletti, ora è nel limbo: uscirne recitando la parte del debole o continuare a usare il bastone, consapevole che il principale asset del club sta perdendo valore. Di certo Spalletti andrà via, se perde male il derby l'addio diventerà realtà lunedì, con Cambiasso in pole per il ruolo di traghettatore