154
Tutto bloccato, più che complesso. Queste le sensazioni che filtrano nelle ultime ore dalla Juventus come dal Barcellona per uno scambio tra Federico Bernardeschi e Ivan Rakitic che aveva vissuto giornate di contatti nell'ultima settimana: i rapporti tra le due società sono buonissimi e l'operazione con i giovani Marques-Pereira coinvolti lo conferma, Fabio Paratici si è confrontato anche col Barça a proposito dell'idea di riaprire l'affare nato nella scorsa estate proprio con Berna e con il croato coinvolti. Ma l'operazione si è confermata fin troppo difficile da incastrare, nonostante l'apertura dei blaugrana. 

Ascolta "Juve-Barcellona, le ultime sullo scambio tra Bernardeschi e Rakitic" su Spreaker.

PROBLEMA CONGUAGLIO - Il vero problema che ha fatto bloccare i dialoghi tra Juve e Barça sul nascere è stato il conguaglio per lo scambio: la dirigenza bianconera infatti ha preteso da subito un ricco riconoscimento economico per cedere Bernardeschi in cambio di Rakitic, siamo anche oltre i 10 milioni di cui si racconta, perché Federico è un '94 su cui la Juve ha ancora un progetto di crescita mentre Rakitic è un '88 con il contratto a scadenza tra un solo anno e il cartello 'vendesi' addosso da mesi. Ecco perché la Juve ha preteso un conguaglio che il Barcellona non vuole versare, stop all'affare e rapporti che rimangono ottimi. Per la prossima estate, chissà che sull'asse Catalogna-Torino non possano nascere nuove idee simili...