199
C’era un tempo, quando il mercato della Juve portava la firma di Beppe Marotta, in cui i bianconeri si rinforzavano indebolendo al contempo le rivali italiane. E’ un tempo che per la Juve può e deve tornare, se a Torino vorranno riconquistare velocemente la leadership in Serie A. L’estasi degli acquisti alla Cristiano Ronaldo, ma anche alla De Ligt, è terminata con il Covid, il bilancio in rosso profondo e l’allontanamento di Fabio Paratici, deus ex machina dell’esplosione dei costi. Adesso sul mercato internazionale la Juve può ben poco, se non provare a puntare su profili alla Tchouaméni, ma sperando di arrivare prima che i prezzi inizino a gonfiarsi troppo a causa della concorrenza dei soliti noti (Il Psg e le big della Premier soprattutto). E’ in Italia, invece, che Nedved e Cherubini devono e possono comprare: un obiettivo è già stato individuato, altri sarebbero d’obbligo per una Juve che voglia provare a ripetere colpi alla Higuain, o alla Pjanic.

CONTINUA A LEGGERE: I BIG CHE LA JUVE DOVREBBE STRAPPARE ALLE RIVALI ITALIANE PER RIPETERE COLPI ALLA HIGUAIN E PJANIC