Finora si è scherzato, o quasi. La Juve ha passeggiato in campionato, Ronaldo ha dato un contributo importante (19 gol, 5 su rigore), ma lo scudetto quasi sicuramente sarebbe arrivato anche senza di lui, come del resto è successo nelle ultime sette stagioni. La Supercoppa è tornata bianconera proprio grazie a un gol di CR7, la Coppa Italia se n’è invece andata dopo quattro anni di dominio. Tutto nella norma, insomma: niente di straordinario né di fallimentare. Ora la situazione cambia profondamente: dalla sfida con l’Atletico Madrid si comincia a fare sul serio.

CONTINUA SU ILBIANCONERO.COM


@steagresti