Chi l'avrebbe mai detto un anno fa. Fabio Paratici a capo dell'area tecnica della Juventus senza Beppe Marotta, strani incroci di un 2018 appena finito che poteva portar via l'attuale direttore sportivo. Perché prima di prendere in mano totalmente la gestione bianconera in prima persona, Paratici ha seriamente pensato all'addio: le proposte non sono mai mancate, nei mesi scorsi però la Premier League ha offerto le tentazioni più forti e l'opportunità di lavorare con massima libertà in top club internazionali, specialmente dopo aver messo la faccia in prima persona sull'operazione Ronaldo.

TRE COLPI IN CANNA - La scelta del presidente Agnelli è stata decisa e convinta nel momento più delicato: le chiavi della Juve in mano a Paratici, addio a Marotta destinato all'Inter, la volontà di far sviluppare ancora il progetto con l'attuale direttore dell'area tecnica padrone di ogni decisione. Il grande salto diventerà realtà dal mercato invernale di questo 2019 con tre colpi messi nel mirino da Paratici stesso: come sempre un affare a parametro zero che ha sempre contraddistinto le sue campagne acquisti, Aaron Ramsey ha la priorità assoluta; per l'estate invece potrà arrivare un difensore di livello internazionale e un centrocampista offensivo di prima fascia se dovesse andar via uno tra Pjanic e Khedira, sognando Isco pur sapendo che sarà un'operazione più che complicata. La prospettiva di una Juve rafforzata ma anche ringiovanita, in pieno stile Paratici. Perché sarà il 2019 del suo decollo all'area tecnica bianconera, il grande salto approvato da Agnelli per respingere la Premier. E buon anno a tutti i lettori di Calciomercato.com!


GIOCA A FANTACALCIOMERCATO, il gioco più appassionante e divertente del web. Si può giocare solo su CALCIOMERCATO.COM e la partecipazione è GRATUITA. 
Basta essere registrati a Calciomercato.com e cliccare su fanta.calciomercato.com.