80
Rosa folta e ricca, anche di esuberi non piazzati. Eppure il mercato non ha restituito a Sarri una Juve completa, lasciandolo scoperto sulle fasce: i bianconeri hanno i terzini contati. L'infortunio di De Sciglio ha infatti evidenziato un problema da non sottovalutare, il limitato ventaglio di scelte a disposizione per le fasce difensive, un problema nato anche con le mosse di mercato di Paratici e Nedved: Danilo ha preso il posto di Cancelo e via Spinazzola, passato alla Roma, ma anche il suo sostituto Luca Pellegrini è stato ceduto in prestito al Cagliari, lasciando Alex Sandro solo su quella corsia. Solo e ora costretto agli straordinari.

SENZA CAMBI - Senza alternative e senza riposo, perché l'ex laterale del Porto gioca nella notte (4.30 italiane) a Los Angeles l'ultima amichevole con il Brasile contro il Perù e tornerà in Italia solo venerdì, alla vigilia della ripresa del campionato. La Juventus sarà di scena al Franchi contro la Fiorentina e Sarri non potrà fare a meno di Alex Sandro, in una situazione d'emergenza che ricorda quella vissuta la scorsa stagione a causa dei continui infortuni di Spinazzola. Questa volta, però, la scelta di restare 'corti' è stata consapevolmente operata sul mercato, contando di poter dirottare all'occorrenza a sinistra uno tra Danilo e De Sciglio. Fermo quest'ultimo, tuttavia, mancherebbero anche le alternative a destra per dirottare l'ex Manchester City sulla corsia mancina: Cuadrado in posizione arretrata non convince Sarri, schierare Demiral terzino un azzardo da studiare. Salvo colpi di scena dunque, Alex Sandro sarà costretto agli straordinari per la Juve, da Los Angeles a Firenze senza avere lunghi tempi di riposo: la coperta è corta, lo stop di De Sciglio palesa uno dei punti più controversi del mercato bianconero.

@Albri_Fede90