31
Qualcuno potrà essersi stupido di vederlo esordire in Serie A nel corso di questa stagione, ma la carriera di Nicolò Rovella è soltanto agli inizi e quei minuti concessigli da Thiago Motta nel secondo tempo contro l'Inter a San Siro non saranno un contentino dato a uno dei ragazzi più promettenti dell'intero vivaio del Genoa. Un esordio che non è passato inosservato a numerosi club che stanno già provando a mettere la mani su di lui.

LA JUVE CI PROVA - Centrocampista centrale classe 2001, già nel giro delle Nazionali Under, può giocare sia da regista che da mezzala abbinando sia una buonissima capacità di palleggio che, dote non da pochi, una spiccata personalità nel non tirarsi indietro nel cuore del gioco. Doti apparse evidenti anche contro l'Inter in quello scampolo di partita, ma che hanno subito attivato la Juventus. Al ds Paratici e ai suoi uomini mercato piace molto e i rapporti ottimi (oltre alle numerose operazioni portate avanti) con il Genoa potrebbero presto sfociare in una proposta economica in vista dell'estate.
LA STRATEGIA DEL GENOA - Il Genoa ha però piani diversi per Rovella
che già nel corso della stagione era spesso fra gli aggregati in prima squadra. Anche ora che sono ripartiti gli allenamenti di squadra lui è stato richiamato a Pegli dove si sta allenando agli ordini di Nicola per proseguire la stagione stabilmente con i grandi. Il Genoa infatti punta tantissimo su di lui e non vuole assolutamente cedere ai corteggiamenti se non davanti ad offerte folli. Di fatto Preziosi vuole trattenerlo in rossoblù per dargli più spazio e continuità, conscio del fatto che il suo talento, così come il suo valore, non può che continuare a crescere.