97
Le cifre eccessive non sono contemplate. Nella strategia della Juventus non c'è l'idea di un investimento da 80 milioni per Raul Jimenez o da 60 milioni per Zapata, la linea del club è molto chiara e proprio su questa strada si sta muovendo il ds Fabio Paratici: la volontà è di prendere un attaccante importante per il prossimo mercato, a patto che la soluzione si trovi tramite scambi di alto livello e senza esborsi cash eccessivi, come è stato nel caso di Arthur e Pjanic col Barça. Così la Juve ha intenzione di regalarsi un nuovo centravanti e sta preparando un'operazione di questa tipologia.

Ascolta "La Juve prepara un altro scambio di alto livello: la scelta di Paratici e il colpo in attacco" su Spreaker.

LA PRIORITA' - Se trattare con il Wolverhampton per Jimenez è oggettivamente complicato, non può bastare una contropartita come Perin per abbassare la valutazione di Duvan Zapata su cui oggi la Juve non sta lavorando. L'affare più convincente è ancora quello legato ad Arkadiusz Milik: il Napoli deve venderlo, l'accordo col giocatore è già trovato e c'è tempo per incastrarsi con una soluzione legata alle contropartite. Tra le complicazioni per Bernardeschi che il Napoli gradisce ma anche le idee Pellegrini e Romero, la Juve sta spingendo forte in direzione Milik. Non dovesse arrivare, la strategia rimarrebbe vincolata agli scambi per un nuovo attaccante e non a spese folli. Avanti su questa strada. Per un Arthur-bis.