237
Due settimane al traguardo, 14 giorni per delineare e concludere le ultime operazioni di mercato e provare a soddisfare le richieste degli allenatori per completare i rispettivi organici. La chiusura della finestra estiva di calciomercato si avvicina e tra i nodi ancora da sciogliere rimane l'annoso caso Icardi, con l'Inter che ha urgenza di liberarsi di un giocatore divenuto troppo ingombrante e la cui cessione aprirebbe le porte agli ultimi botti per attrezzare a dovere la rosa di Antonio Conte. Scartata l'ipotesi di uno scambio con la Roma con Dzeko e un conguaglio economico in favore dei nerazzurri, sono due le proposte che rimangono sul tavolo dell'attaccante argentino e della moglie-procuratrice Wanda Nara.

JUVE IN POLE MA... - Icardi, che non ha fretta di chiudere la partita ed è anzi intenzionato ad arrivare il più fondo possibile per mettere in difficoltà Marotta e Ausilio, senza scartare l'idea di una permanenza da separato in casa, continua a ritenere la Juventus la destinazione più gradita. I bianconeri, che stanno trovando a loro volta grosse difficoltà a piazzare gli attaccanti in esubero, non vorrebbero trattare sulla base di uno scambio con Dybala, soluzione che d'altro canto risolverebbe alle due squadre i problemi di spogliatoio creatisi e consentirebbe di mettere a bilancio straordinarie plusvalenze.

IL NAPOLI FA SUL SERIO - L'unica opzione alternativa rimasta in piedi conduce a Napoli e alla formazione allenata da Carlo Ancelotti che, dopo la corte di De Laurentiis a Wanda, si è speso in prima persona per convincere Icardi a sposare questo progetto. L'entourage di Maurito ha aperto alla proposta economica del club azzurro e, qualora non si registrassero passi in avanti significativi della Juve nei prossimi giorni, potrebbe prendere seriamente in considerazione questo piano B. Al momento, tutte le offerte recapitate da De Laurentiis all'Inter sono state rispedite al mittente, ma con l'inserimento di Milik nell'affare questa pista può decollare.