95
Un attacco da sogno. Lavori in corso, riuscirci non sarà per nulla semplice ma la Juventus ci sta provando davvero: tra Federico Bernardeschi e Douglas Costa, si tratta su ogni fronte per accelerare e studiare la strategia ideale. Sì, un 4-2-3-1 con esterni di tale qualità garantirebbe a Massimiliano Allegri uno dei migliori reparti offensivi in circolazione. Il discorso Bernardeschi è avviato, come ampiamente raccontato: 40 milioni sul tavolo, bonus in aggiunta (pochi), l'accordo fatto col giocatore (5 anni a 4 milioni circa). Ma la Fiorentina vuole che si arrivi a 50 milioni totali, magari inserendo Rincon.

DUE TAVOLI - La Juve però sta lavorando anche per Douglas Costa, non molla nessuna delle due piste, pur con intensità diversa. D'obbligo la prudenza per il brasiliano finché il Bayern Monaco non darà via libera alla cessione e quindi alla trattativa (50 milioni la valutazione iniziale), ma i contatti mai terminati e intensificati di recente con l'intermediario Giovanni Branchini grazie a un blitz nel centro di Milano hanno riscaldato nuovamente la pista Douglas. Un pallino di Massimiliano Allegri, con caratteristiche diverse da Bernardeschi e un'esplosività mista a tecnica puramente brasiliana che alla Juve di oggi manca. Sì, la Juve continua a trattarlo mentre dà l'assalto a Berna. Dipenderà anche dal Bayern; mentre Marotta e Paratici dovranno fare una scelta sul fronte extracomunitari (Aurier e Danilo non hanno il passaporto, proprio come Costa).

CUADRADO RISCHIA - Intanto, a rischio c'è la posizione di Juan Cuadrado. La Juve non lo ha messo in vendita né fatto un prezzo preciso, ma lo ritiene cedibile di fronte a un'offerta importante (dai 30/35 milioni in su). Ad oggi, nessuno è arrivato a quelle cifre. Ma è chiaro che se arrivassero due esterni di livello come Bernardeschi e Douglas Costa, la posizione di Cuadrado diventerebbe a forte rischio per la lista delle uscite. Un mercato in continua evoluzione, quello bianconero. Per gli esterni e non solo...