8
La stagione 2021-22 si è conclusa da poche settimane, ma la Serie C guarda già al futuro, con lo stato maggiore della Lega Pro al lavoro per stabilire la formula dei nuovi gironi, che non dovrebbe discostarsi di molto da quanto visto quest'anno. L'Italia sarà tagliata in fasce orizzontali, con il Girone A che sarà popolato dalle squadre del nord, il B da quelle del centro e il C, come da tradizione, da quelle del sud. Restano ancora un paio di nodi da sciogliere, ma il grosso del lavoro è già stato fatto. 

GIRONE A - Il raggruppamento del nord, con ogni probabilità, sarà il più complicato, almeno sulla carta. Oltre al solito Padova, da anni in cerca della promozione, e a Renate e Triestina, si aggiungeranno al gruppo delle big le tre retrocesse dalla Serie B: Alessandria, Pordenone e Vicenza, che alzeranno certamente il livello medio della competizione. Ai nastri di partenza, però, sarà sempre il club guidato da Mirabelli a partire coi favori del pronostico: un po' per l'abitudine a giocare questo campionato ai vertici, un po' per la voglia di promozione del club, che continuerà a investire con forza sul mercato.

GIRONE B - La probabile conferma di questa modalità farà sicuramente felici diverse squadre, su tutte Cesena, Pescara, Reggiana e Virtus Entella che partiranno con i gradi di favorite per la vittoria del Girone B. Senza la presenza ingombrante del Modena promosso in Serie B e con Padova, Alessandria, Vicenza e Pordenone (finalista delle ultime due edizioni dei playoff e retrocesse dalla B) tutte destinate al Girone A, queste quattro squadre saranno con ogni probabilità le protagoniste della lotta per la promozione.
GIRONE C - Per la prima volta, almeno apparentemente, sarà proprio il Girone C, tradizionalmente il più complesso, ad essere il più morbido dei tre. La doppia promozione di due big come Bari e Palermo, infatti, ha tolto gran parte del peso specifico al raggruppamento, rimasto senza un vero padrone. Sarà la grande occasione per Catanzaro e Avellino, che da anni navigano nelle zone alte della classifica. Prima la super Ternana, poi il Bari però hanno tarpato le ali di queste due realtà, che la prossima stagione avranno il dovere di giocarsi la vittoria del campionato. 

LE TAPPE - Il campionato inizierà ufficialmente l'ultima settimana di agosto, con una quindicina di giorni di ritardo rispetto alla Serie A, chiamata ad aprire le danze con largo anticipo in vista dei Mondiali invernali. Per quanto riguarda invece il sorteggio e la definizione ufficiale dei gironi bisognerà aspettare ancora diverse settimane. Nel frattempo protagonista sarà il mercato, già entrato nel vivo e pronto a tenerci compagnia fino al calcio d'inizio di una nuova, grande stagione di Serie C.