36
Arthur è pronto a sbarcare nel mondo Juve, la Vecchia Signora si appresta a conoscere il proprio nuovo centrocampista top: l'arrivo del classe 1996 dal Barcellona, nello scambio con Miralem Pjanic, è avvenuto in nottata, dopo i pochi minuti disputati ieri nella partita pareggiata dai blaugrana a Vigo contro il Celta. Dunque domenica sarà la sua prima giornata italiana, la prima avventura nella sua nuova città, Torino, che conoscerà con il tempo. Ma noi impariamo a conoscere lui, grazie anche alle parole di Helena Condis, nota giornalista spagnola molto vicina al Barcellona che lo ha valutato nell'esperienza catalana.

IL LEGAME CON LA FAMIGLIA E LA FIDANZATA SCIATRICE - Un profilo particolare, che dipinge Arthur come un tipo affabile, sorridente e simpatico, dotato dell'allegria tipica dei ragazzi brasiliani. Come tutti i sudamericani, è molto legato alla propria famiglia, che ha portato con sé per intero da Porto Alegre a Barcellona, e che porterà con sé a Torino: mamma, papà e fratello. E la fidanzata? C'è ma non è brasiliana, bensì di Andorra: sui social ci sono alcune foto scattate sulla neve, mentre scia con grande classe. Come sperano i tifosi juventini possa fare Arthur allo Stadium, dopo i due anni in blaugrana.
SAMBA, CENE E FESTE CON NEYMAR E L'INVESTITURA DI MESSI - Nel tempo libero ama uscire e andare a ballare la samba, tipico tratto dei giovani gauchos: ha una grande amicizia con il compagno di nazionale Neymar, con il quale usciva spesso a Barcellona per andare a mangiare fuori vicino alla spiaggia. Un tramite per vedere O'Ney spesso a Torino? Può essere, dato lo stretto rapporto tra i due e la stessa voglia di fare festa. Dal punto di vista calcistico invece il complimento più bello è arrivato niente di meno che da sua maestà Leo Messi, che, qualche mese dopo averlo conosciuto, ha detto che vedendolo allenarsi era quello che più assomigliava a Xavi Hernandez, per il tocco e il modo di giocare. Mica male: ora Arthur deve prendersi la Juve.

@AleDigio89