117
La prima scelta per il ruolo di terzino. ​Il Milan ha preso la sua decisione da tempo, Denzel Dumfries è il primo nome per rinforzare la corsia di destra. L'arrivo, per il quale manca solo l'ufficialità del giovane e duttile Kalulu, non cambia le priorità, il classe 1996 del Psv Eindhoven resta un obiettivo concreto. L'operazione ha già la benedizione di Rangnick, ora bisogna trovare l'accordo con l'entourage del giocatore e con il club proprietario del cartellino. Il tempo materiale c'è, ora ci sono anche le prime mosse.

INCONTRO - Il Milan parlerà di Dumfries con Mino Raiola, diventato da qualche mese il suo agente. Lo farà nell'incontro in programma per discutere il futuro di Gigio Donnarumma, cercherà di capire le richieste d'ingaggio e il prezzo fatto dal Psv. Il direttore sportivo del club della Philips. ​John de Jong, ha ribadito settimana scorsa che "non c'è necessità di cedere i migliori giocatori" ma ha sottolineato come "le ambizioni dei nostri calciatori in termini di trasferimento verranno prese in considerazione".

DEVE CEDERE - La realtà dei fatti parla di un Psv che deve guardare i conti, la mancata qualificazione in Champions League e le conseguenze legate alla pandemia Covid-19 pesano molto sul bilancio, l'addio di almeno un big sarà inevitabile. Per Dumfries, in scadenza nel 2023, la richiesta è di 25 milioni di euro, una cifra che il Milan vuole abbassare. La trattativa è solo all'inizio.