38

Non basterà la prestazione con il Verona né le altre che potrà disputare nelle prossime settimane. Il futuro di Martin Caceres è ancora da scrivere seppur sia quasi sicuramente lontano da Torino, infatti non sono previsti dietrofront per quanto riguarda la posizione della Juve che già negli scorsi mesi ha annunciato al giocatore che non è più in programma alcun rinnovo di contratto. Anzi, il suo agente Daniel Fonseca ha avuto mandato di trovare una soluzione gradita per il suo assistito: se all'estero, la separazione tra la Juve e Caceres avrebbe potuto vivere un anticipo anche di sei mesi. Poi la situazione è sensibilmente cambiata, con il mercato del difensore uruguaiano che proprio in Italia ha trovato le piazze più ambiziose pronte a puntare su di lui. Se dal Fenerbahce è arrivata la prima - ricca - offerta, Inter, Milan e Roma sono diventate ben presto opzioni molto più gradite al giocatore, inversamente proporzionale ovviamente il gradimento di Marotta che tutto vuole tranne che favorire e rinforzare una diretta concorrente soprattutto a campionato in corso. A contratto scaduto, questo potrà essere praticamente inevitabile, solo a quel punto però. Ma ora per Caceres rimane da scegliere se restare alla Juve fino a fine stagione o tentare l'avventura all'estero, meglio se in Turchia. Anche se proprio sul fronte giallorosso nelle ultime ore si sono mossi passi decisi, con gli ultimi tentativi da parte di Fonseca di convincere la Juve ad accettare la soluzione Roma che fin qui son sempre andati falliti. In tutto questa girandola di mercato, c'è poi un ulteriore fattore che congela la situazione: l'infortunio di Andrea Barzagli.

 

IL BLOCCO BARZAGLI – Già, perché le condizioni del difensore toscano preoccupano lo staff bianconero soprattutto guardando ai precedenti. I settanta minuti circa regalati a Caceres da parte di Allegri hanno avuto una valenza multipla, che non hanno il mercato in coda alla lista: dopo quattro mesi di assenza dal campo, dimostrare che l'uruguaiano fosse integro era un segnale importante da dover lanciare nonostante i mugugni di Rugani. In assenza di alternative valide che possano arrivare subito a Vinovo, lo stesso tecnico ha chiesto e ottenuto dalla società di temporeggiare proprio sul fronte Caceres per gestire un eventuale prolungamento dello stop di Barzagli. I tempi di recupero originari dovevano vedere il suo rientro a ridosso della super sfida con la Roma, previsioni che attualmente rischiano di dilatarsi: il bersaglio grosso, da non fallire e per il quale non ha senso rischiare, si chiama Bayern Monaco. Per consentire a Barzagli di recuperare con calma e nel migliore dei modi, cresce la possibilità che lo stesso Caceres possa essere trattenuto per consentire ad Allegri di avere un'alternativa affidabile, necessaria anche numericamente continuando a lavorare sulla difesa a tre. Una doppia situazione, tra infermeria e mercato, da monitorare giorno dopo giorno fino alla chiusura della finestra di mercato: ma anche col contratto in scadenza, ciò che appare certo è che la Juve non regalerà Caceres a dirette concorrenti.

@NicolaBalice