Commenta per primo
«Sanchez? Mi piace tantis­simo, è uno dei migliori giovani in circolazione». Detto da Daniele Pra­dè, direttore sportivo della Roma a caccia di esterni d’attacco per accontentare le richieste di Ranieri, non può non passare come una pos­sibile traccia di mercato. Traccia difficile, diciamolo subito. Se non al­tro per le richieste da cui sicura­mente partirebbe l’Udinese di fron­te a qualsiasi club per il suo gioiel­lo, protagonista ieri nella vittoria del Cile all’esordio del Mondiale. E poi il cash, che come si sa a Trigoria in questo periodo scar­seggia. Basti pensare infatti che per chiu­dere l’affare Burdis­so con l’Inter la Ro­ma sta aspettando di poter far cassa con qualche cessione (Doni e Julio Bapti­sta sono da tempo sulla lista dei parten­ti). E a proposito di Burdisso Pradè ha voluto chiarire:«Non abbiamo ancora avu­to modo di parlare con l’Inter. Noi Bur­disso lo vogliamo for­temente, ma i miglio­ri affari si fanno a fine mercato».
L’occasione per la “chiacchierata” si è presentata al«Salaria Sport Vil­lage », dove ieri è andata in scena la 27ª edizione del premio “Beppe Vio­la”. E tra i premiati, oltre a Pradè c’è stato anche Enrico Preziosi, pre­sidente del Genoa. Negli ultimi gior­ni Roma e Genoa sono state spesso accostate a proposito di un’operazio­ne di mercato che ha coinvolto da una parte Andreolli e Cerci, dall’al­tra Sculli e Mesto. A Trigoria di que­sta operazione si sono sempre detti tutti assolutamente all’oscuro. Il ds giallorosso ha detto che«affari col Genoa non ce ne saranno». Lo hadetto ridendo però. E Preziosi non ha mancato l’occasione per rispon­dere:«Trattative con la Roma? A lo­ro piacciono un paio dei nostri e a noi piacciono un paio dei loro: De Rossi e Vucinic... A parte gli scherzi posso dire che Brighi è molto, molto interessante. Credo, comunque, che sia Sculli che Mesto rimarranno con noi, anche se nel calcio tutto può cambiare. Baptista? Mi piace ma non lo prendiamo, non si sposerebbe bene con Toni. Amelia resta, a meno che non riusciamo a prendere un portiere più forte di lui».