La Sampdoria può tirare un sospiro di sollievo: una delle piste più plausibili per il futuro di Dennis Praet è definitivamente sfumata. Il calciatore classe 1994 godeva di parecchi estimatori in Inghilterra, ma il mercato per la Premier adesso è ufficialmente chiuso, e nessuna società ha presentato al club di Corte Lambruschini un'offerta per il centrocampista ex Anderlecht. Neppure il Fulham, accostato recentemente al giocatore e che però secondo l'edizione genovese de La Repubblica non ha mai contattato il Doria in merito. 

La Samp è fiduciosa di trattenere Praet: la clausola da 26 milioni scadrà in questi giorni, e a una settimana dalla fine del mercato è improbabile che una società intavoli una trattativa complessa e da 30 milioni  - cifra chiesta da Ferrero - per il belga. A questo punto però gli uomini mercato blucerchiati sono chiamati ad un compito cruciale, ossia ridiscutere il contratto di Praet.

L'attuale accordo da 1 milione e 100mila euro netti a stagione è in scadenza a giugno 2020. Presentarsi la prossima estate con solo un anno di contratto toglierebbe molto potere in fase di trattativa a Osti e Sabatini. Per questo motivo sono già partiti i primi contatti con gli agenti di Praet per discutere il prolungamento. La Sampdoria vorrebbe portare la scadenza sino al 2023, ovviamente ritoccando verso l'alto lo stipendio del calciatore, pronto ad una nuova stagione da protagonista alla corte di Giampaolo.