Per lui, che è abituato a dare tutto, essere ignorato non è normale. Eppure, Marco Parolo è stato del tutto ignorato dal neo ct Mancini, dopo aver sempre trovato posto in azzurro sotto le precedenti gestioni: la linea verde propugnata dal Mancio lo ha tagliato fuori.

NUOVA CONCORRENZA- Anche alla Lazio dovrà difendere il posto con i denti. Quest'anno, come riporta la Gazzetta dello Sport, Inzaghi lo ha già sostituito due volte. Il suo reparto, il centrocampo, è sovraffollato, anche causa mercato: gli arrivi di Badelj e Berisha ed il ritorno di Danilo Cataldi hanno aumentato la concorrenza per una maglia da titolare. Eppure, in tanti anni, in 164 partite, Parolo non ha mai deluso: polmoni e cuore, quelli che serviranno in questo tour-de-force che attende la Lazio. Quelli che serviranno per restare titolare.