66
La lingua argentina fa parte della storia del Napoli. L'associazione è semplice, il nome di Maradona è indelebile nel cuore dei tifosi partenopei. Tutto ciò si intreccia anche con le suggestioni di mercato. Negli ultimi giorni il Napoli ha ripreso a parlare proprio argentino: ieri il vicepresidente dell'Udinese Campoccia ha rivelato che De Laurentiis ha chiesto Rodrigo de Paul per portarlo in azzurro. Oggi ecco un altro nome albiceleste, quello di Erik Lamela.

LAMELA-NAPOLI - Con una nuova programmazione in vista è presto per parlare di sicurezze eppure il nome di Lamela risuona in maniera importante in casa Napoli. L'ex Roma è ai titoli di coda con il Tottenham ed è pronto a tornare in Italia. C'è il Milan sulle sue tracce, ancor di più il Bologna con Walter Sabatini (che lo ha portato in Italia dal River Plate). Ma c'è anche e soprattutto il Napoli. In passato De Laurentiis lo ha già cercato e ora si ripresenta l'interesse per "El Coco" che sembrerebbe aver apprezzato aprendo ad un suo trasferimento a Napoli. Il contratto di Lamela scadrà il prossimo giugno 2022, così il valore alla prossima finestra di mercato non dovrebbe superare i 5-10 milioni di euro. Una cifra assolutamente alla portata del Napoli che aggiungerebbe estro e fantasia in rosa.
IL RENDIMENTO - Le qualità di Lamela sono fuori discussione, però l'argentino non ha mai trovato la giusta continuità in carriera, soprattutto a causa degli infortuni. Con la Roma la stagione 2012/13 è quella della consacrazione, quando diventa fondamentale per Zeman prima e Andreazzoli poi. Riesce a ritagliarsi tanto spazio, sono 36 le presenze tra campionato e Coppa Italia, 15 i gol e 6 gli assist (di cui due contro il Napoli) nel complesso. Così nel 2013 arriva il trasferimento al Tottenham per una cifra di oltre 30 milioni di euro. A Londra, però, non è riuscito ad esprimersi appieno. Solo 37 gol in otto stagioni con la maglia degli Spurs. Nel corso di questa annata ha messo a segno 4 reti, di cui l'unica in Premier League contro l'Arsenal, la magnifica rabona che ha fatto il giro del mondo. Qualità, estro e fantasia sono caratteristiche che non sono mai mancate a Lamela, ma è arrivato il momento per lui di cambiare aria e tornare ad essere protagonista in un progetto che creda in lui.

GLI OSTACOLI - Attualmente Lamela guadagna circa 4,8 milioni di euro a stagione. Cifre simili il Napoli non ha assolutamente intenzione di proporle, considerando che c'è bisogno di abbassare il tetto ingaggi. El Coco sembrerebbe essere disposto a ridimensionare le sue richieste, addirittura dimezzando il suo stipendio pur di giocare nello stesso stadio dell'argentino per eccellenza, Maradona. Una volta fatto un passo verso il Napoli per l'ingaggio andrebbe capito soprattutto dove collocare il giocatore. Il suo ruolo naturale è quello di ala destra, dove oggi ci sono Lozano e Politano, tra i punti saldi di questa squadra. Qualora dovesse accentrarsi come seconda punta nascerebbe comunque il duello con due giocatori che non sono proprio ultimi arrivati, ovvero Mertens e Zielinski. Prima di poter accelerare questa trattativa ci sarà bisogno quindi di fare chiarezza in casa Napoli, a partire dal nuovo progetto, che sarà definito in base al nuovo allenatore e al piazzamento finale in questo campionato. Champions League o Europa League? Lamela vuole il Napoli a prescindere dalla competizione. La parola passa a De Laurentiis.