8
Lazio-Acerbi, un nuovo capitolo. Questa volta faccia a faccia, senza distanze né filtri. Dopo le scintille dei giorni scorsi, con le polemiche del calciatore per le indiscrezioni uscite in merito alla trattativa per il rinnovo fino al 2023, il difensore ha incontrato quest'oggi la società, alla presenza del procuratore Federico Pastorello, del presidente Lotito e del ds Tare

CLIMA DISTESO - "Rinnovo? Voglio rispetto. Se questo è l’atteggiamento firmare non è più nella mia testa" aveva tuonato nei giorni scorsi Acerbi, che si era affrettato a smentire la richiesta di un ingaggio da 3,5 milioni di euro annui e l'offerta da 2,8 da parte del club. Nel summit andato in scena oggi a Roma è stato chiarito il disguido comunicativo della settimana scorsa. L'obiettivo è trovare una soluzione condivisa per proseguire il rapporto in biancoceleste, mantenendo riservatezza sulla trattativa

NUOVI CONTATTI - Secondo quanto appreso da Calciomercato.com, la prossima settimana sono in programma nuovi contatti tra le parti, specie tra il ds Tare e l'agente Pastorello, per trovare l'intesa definitiva. Possibile accordo su una base di 2,5 milioni più bonus: la firma può arrivare prima dell'esordio in campionato, in programma il 26 settembre a Cagliari.