35
Sono stati giorni tribolati in casa Lazio. Tra annunci troppo anticipati e qualche rallentamento, Maurizio Sarri è pronto a prendere il posto di Simone Inzaghi sulla panchina biancoceleste. Biennale con opzione per il terzo anno a 3 milioni di euro più bonus affatto impossibili, che potrebbero assicurare all’ex Juve praticamente quanto richiesto inizialmente, ovvero 4 milioni.

AAA CERCASI TERZINO – In attesa dell’ufficialità, il quasi nuovo allenatore della Lazio ha già avanzato le sue richieste a Tare e Lotito in ottica mercato. Tra queste ultime vi è senza dubbio un terzino. Il nome più caldo non può non essere Elseid Hysaj. Il classe ’94 albanese è un pupillo di Sarri. In scadenza col Napoli, Hysaj ha uno stipendio pienamente nei parametri Lazio (1,6 milioni di euro) e avendo 27 anni potrebbe assicurare un buon rendimento per diverse stagioni, giocando sia a destra che a sinistra. Tutti gli indizi portano a lui, ma al momento sembra che Tare non si sia fatto ancora vivo con l’entourage del calciatore.
LYKOGIANNIS IDEA CONCRETA – Discorso diverso invece per Charalampos Lykogiannis. Il terzino greco è più che un’idea visto che a differenza di Hysaj, per lui un contatto col Cagliari c’è stato, ma quando sembrava fosse fatta per il rinnovo di Inzaghi. In attesa del via libera o meno di Sarri, Lykogiannis piace, ma Giulini, a differenza di quanto emerso qualche settimana fa, non accetterà contropartite come Fares. Quest’ultimo non interessa ai sardi, nonostante in panchina ci sia il suo ex allenatore alla Spal, Leonardo Semplici.

IL SOGNO MARCOS ALONSO – Infine, per l’out mancino ecco il sogno: si tratta di Marcos Alonso. Al Chelsea dall’estate 2016, l’esterno spagnolo è stato allenato nella stagione 2018-19 proprio da Sarri, ed era un titolarissimo del suo 4-3-3. 39 partite quell’anno, tutte da titolare. Nel finale di stagione perse il posto per un infortunio alla coscia che non gli permise di arrivare al 100% e giocare dal 1’ la finale di Europa League vinta contro l’Arsenal. È gestito dallo stesso agente di Sarri, Fali Ramadani, e non è da escludere che nei giorni scorsi si sia parlato anche del classe ‘90 nelle telefonate e negli incontri a Formello e Villa San Sebastiano con Tare.