162
Una partita a due volti, un pareggio giusto. Finisce 0-0 l’anticipo del sabato tra Lazio e Atalanta, al termine di una sfida chiusa, bloccata nel primo tempo, più pimpante nella ripresa, quando la stanchezza inizia a farsi sentire. Gasperini, partito in mattinata per Roma senza 5 titolari e con una rosa falcidiata dal covid, mette in campo una squadra battagliera, che gioca a viso aperto, che tiene il campo, che soffre e sfiora il vantaggio in un paio di occasioni, una clamorosa con Miranchuk (poi costretto al cambio per un problema muscolare).

Dall’altra parte la Lazio è più propositiva, ma paga la serata no di Felipe Anderson, Luis Alberto e Immobile. Gli unici pericoli arrivano da Zaccagni (palo) e Marusic (tiro alto). L’Atalanta sale a quota 43, con un match da recuperare, la Lazio, che perde il treno per tornare a credere nel quarto posto,  resta sesta a 36 punti.