Commenta per primo
Anche il giovane centrocampista della Lazio, Marco Bertini, è intervenuto ai microfoni ufficiali del club capitolino. Ecco come si è espresso su Sarri e non solo: "Sto bene, sono felice di essere qui. Cercherò di sfruttare questa occasione allenandomi al massimo poi vedremo che succede. L’esordio in Serie A è stato un sogno, un’emozione incredibile che non mi aspettavo. È un giorno che porterò sempre con me. Purtroppo, la stagione passata è stata negativa. Non mi importa di aver saltato le vacanze. Le decisioni sul futuro non spettano a me, penso a lavorare e poi si vedrà. Penso al ritiro e una volta finito vedremo cosa succederà.

Sulla Primavera: "Con Calori parlo spesso, ci confrontiamo e mi dà consigli. È qui per osservare e capire come funziona il lavoro. Degli gli altri centrocampisti osservo tutto, in particolare le mezzali e i mediani. Posso solo imparare da loro, sono dei campioni con esperienza. Cerco di imparare da loro per essere magari un giorno come loro. Sto osservando in tutti gli ambiti, dentro e fuori dal campo".

E conclude: "Vedendoli si capisce quanto sia difficile la vita da professionista, serve condurre una vita seria. Non so definire il mio punto di forza, devo migliorare sulla velocità e rapidità. Sarri è uno dei migliori in Italia e in Europa, fa un gioco in cui la palla si muove velocemente. Devo crescere sotto questo aspetto".