Commenta per primo
Il centrocampista della Lazio Lucas Biglia ieri si è confessato ai microfoni di Fox Sports Latino America. 'Ci sono molte differenze tra il calcio belga e quello italiano, così come tutto è diverso anche fuori dal campo, ma sono contento della mia scelta - ha affermato il giocatore biancoceleste -. Abbiamo avuto un inizio di stagione non buono, che è costato il posto all'allenatore, poi con l'arrivo di Reja la squadra è cambiata: ora abbiamo un gioco diverso e siamo cambiati anche a livello di personalità, le cose hanno iniziato ad andare per il verso giusto. Al momento c'è tanta differenza con Juventus, Inter, Napoli e Fiorentina: noi abbiamo un gioco meno spumeggiante, con meno individualità, puntiamo più sul gruppo. Penso tuttavia che con qualche acquisto nel prossimo mercato potremo ambire ad altri obiettivi. La contestazione verso Lotito? Il presidente vorrebbe che la gente appoggiasse la squadra mettendo da parte tutto il resto. Noi giocatori sentiamo molto la mancanza del pubblico, perché quando c'è ci aiuta nei confronti dell'avversario e dell'arbitro. Per risolvere questi problemi bisogna solo ottenere risultati positivi, è l'unico modo per ritrovare entusiasmo. Io ai Mondiali? Non so ancora se verrò convocato, senza dubbio ho cercato di sfruttare ogni occasione, dalle gare ufficiali alle amichevoli, perché tutto può cambiare da un giorno ad un altro. Spero di leggere il mio nome nella lista dei 23 dell'Argentina, per ora è solo uno splendido sogno'.