1
La Lazio si prepara a blindare anche Keita e Tounkara. L’attacco ripartirà dai giovani e in settimana sono attese novità importanti. Il rinnovo è a un passo per entrambi: l’ex Barca è esploso, contro il Verona ha siglato il suo 6° gol in stagione (primo anno in serie A), è un talento puro, un predestinato, un campione in prospettiva. Tra qualche giorno prolungherà il suo matrimonio con la Lazio, riceverà un netto adeguamento contrattuale, guadagnerà 250mila euro a stagione per i prossimi 4 anni.
È tutto fatto, la fumata bianca è dietro l’angolo, Manchester City, Juventus e Liverpool dovranno arrendersi. Discorso simile per il centravanti della Primavera: l’agente è sbarcato a Roma lunedì mattina, è pronto a incontrare il presidente Lotito, la volontà - come riporta Il Tempo - è quella di continuare insieme. Ma non mancano le minacce sia dall’Europa che dall’Italia: Mamadou è un classe 96′, è corteggiato da mezza serie B, piace a quattro big in Premier League e a una della Liga. Ma la Lazio non lo lascerà partire, il rapporto è destinato a continuare, Tounkara da luglio farà parte della prima squadra. Con Djordjevic il reparto avanzato non verrà ritoccato, la vera rifondazione ci sarà in difesa: Ogbonna, Astori o Mustafi della Sampdoria in Italia, Hinteregger e Rever le soluzioni dall’estero, senza trascurare l’arrivo di un terzino (Hysaj dell’Empoli è in pole). Per il centrocampo interessa Rakitic del Siviglia, ma servono almeno 20 milioni di euro.