Commenta per primo

Potevano bastare 45' a Lazio e Bologna per scrivere la storia della loro seconda giornata di campionato. È finita 3-1 per i padroni di casa e le reti sono state segnate tutte nella ripresa. Sul tabellino dei marcatori Mauri, Rocchi ed Hernanes per la Lazio e Mudingayi per il Bologna. Nel primo tempo i biancocelesti fanno la partita ma a ritmi troppo blandi per riuscire a scalfire la difesa avversaria. Il Bologna si limita a difendere con ordine e a cercare qualche ripartenza offensiva senza mai impensierire Muslera. Nella ripresa è tutt'altra musica. A partire forte è la squadra del neo allenatore Malesani, che si fa apprezzare con le sortite offensive di Di Vaio e Mudingayi. La Lazio si affida invece all'estro di Hernanes, che si dimostra bravo a costruire e a concludere in porta. Ma alla fine, a risultare decisivo è l'uomo che più a sofferto la panchina della prima giornata. Stefano Mauri era sembrato sul punto di trasferirsi a Genova, sponda blucerchiata, ed invece si è ripreso la Lazio nel modo migliore. Al 68' è infatti suo il gol del vantaggio. Rocchi si libera di un difensore e serve il numero 6 libero al centro dell'area che di piatto fa esplodere l'Olimpico. Passano appena sette minuti e la Lazio raddoppia. Splendida palla di Mauri che manda Rocchi a tu per tu con Viviano. Pallonetto e 2-0. Ma il Bologna ci crede e trova il gol con Mudingayi, capace di un tiro di sinistro da fuori area, normalmente non nelle sue corde, che trova l'angolo alla sinistra di Muslera. A chiudere la partita il rigore conquistato da Kozac al 92' e realizzato da Hernanes.

LAZIO

Il portiere della Lazio, Fernando Muslera: 'Ci volevano questi tre punti. Sapevamo che avremmo incontrato una formazione molto buona come il Bologna, ma alla fine è arrivata una vittoria importantissima soprattutto perché ottenuta davanti al nostro pubblico. Quando firmeremo il rinnovo? Spero presto, so che siamo vicini. Voglio rimanere con questa gente che anche dopo l'errore di Genova mi è stata vicino e mi ha incoraggiato'.

BOLOGNA

Il difensore del Bologna, Daniele Portanova: 'Credo che il risultato sia bugiardo. Abbiamo tenuto bene il campo, tanto è vero che loro il primo tiro l’hanno fatto al 70'. La differenza però tra noi è loro è stata che loro con due occasioni hanno fatto due gol, noi no. Abbiamo avuto la possibilità di pareggiare ma non abbiamo segnato. Il rigore su Kozac? Assurdo, è stato lui a venirmi contro. Aveva già scaricato la palla fuori area. Dispiace perché potevamo fare punti. Ma sono soddisfatto soprattutto del mio reparto'.