Commenta per primo
Correa al centro della nuova Lazio. Protagonista di un ottimo ritiro ad Auronzo di Cadore, 'el Tucu' ha messo doppio timbro sull'amichevole contro l'Entella. Ai microfoni di Lazio Style Channel, canale ufficiale biancoceleste, si racconta: "Stiamo lavorando bene, con un buon ritmo e siamo tutti molto contenti di quello che stiamo facendo qui ad Auronzo. Nelle prime amichevoli abbiamo avuto buone sensazioni. C'è un'ottima intesa tra tutti noi, anche i nuovi si stanno adattando alla grande. È stato importante aver svolto la preparazione dall'inizio. L'anno scorso la prima parte l'ho fatta con il Siviglia, ma fu molto diversa".

IMMOBILE E I COMPAGNI -  Si sta ritagliando un ruolo sempre più importante in avanti, con Immobile: "Giocare con Ciro o con Felipe non è difficile. Sono giocatori forti che si sacrificano per la squadra. Cerco sempre di mettere i miei compagni in una buona posizione per fare gol. Bisogna giocare bene le prime partite, trovare il giusto assetto. Poi i gol e gli assist arriveranno".

OBIETTIVO CHAMPIONS LEAGUE - La Champions Correa ce l'ha sempre in testa: "La voglia di arrivare all'obiettivo Champions è tantissima, penso tutti i giorni a quello. Bisogna iniziare con intensità già nella pre-season per arrivare bene alle ultime partite di campionato".
ULTIMA STAGIONE - Un breve recap dello scorso anno, Correa individua nell'incostanza il reale problema della Lazio: "A Milano è stato un bel gol,  quello in finale una gioia incredibile. Vedere i compagni abbracciarmi e la gente esultare è stata una grande emozione. Il momento più bello dell'anno scorso. In campionato abbiamo sbagliato 3-4 partite, altrimenti saremmo arrivati in Champions. Quest'anno cercheremo di essere più precisi e cattivi, per raggiungere un obiettivo a cui la Lazio tiene tanto. Dobbiamo essere all'altezza. La costanza è mancata l'anno scorso. Contro le squadre che stavano sopra in classifica abbiamo vinto, e quest'anno dobbiamo fare così in tutte le partite".

NUOVI ACQUISTI LAZZARI E JONY - La Lazio ha messo le ali: sulle fasce sono arrivati due giocatori molto più offensivi: "Lazzari e Jony sono un po' più offensivi. Jony ha sempre fatto l'esterno d'attacco e anche Lazzari va sempre in avanti. Spero ci diano una grande mano, abbiamo bisogno di loro. Poi naturalmente i nuovi arrivi devono prendere confidenza con il nostro modulo".

OBIETTIVI CORREA - L'argentino non vuole porsi obiettivi, per ora: "Siamo forti, abbiamo una squadra di grandissima qualità. Dobbiamo credere in noi stessi e cercare di migliorare. Non voglio dire nulla sui gol da fare. Io punto al massimo, a migliorare ogni giorno. Non mi pongo nessun obiettivo in partenza, se non fare la differenza partita per partita".