138
E' una Lazio ad altissima tensione quella che prosegue il ritiro tra le montagne di Auronzo di Cadore. Il mercato a rilento del club biancoceleste e i mal di pancia dei vari Keita, Biglia e de Vrij stanno complicando il lavoro del tecnico Simone Inzaghi, che ha dovuto gestire diversi fronti caldi nella giornata di oggi. L'episodio più grave è quello avvenuto sul campo di allenamento quando, nel corso della partitella, il brasiliano Felipe Anderson è intervenuto in maniera dura sul compagno di squadra Hoedt, innescando una rissa alla quale hanno preso parte anche Radu e Wallace. A farne le spese è stato Felipe Anderson, colpito al volto e uscito dolorante.

La cosa non si è conclusa qui, visto che dagli spalti un tifoso ha rivolto un "appello" contro Biglia, colpevole di fare pressioni per trasferirsi al Milan. Al grido di "Menateje a Biglia", Ciro Immobile ha reagito calciando il pallone verso gli spalti, senza colpire nessun tifoso. Rimane infatti molto agitata la situazione che riguarda il capitano biancoceleste, che continua ad attendere sviluppi dal mercato nella speranza che si risolva lo stallo tra Milan e Lazio, separati da circa 3 milioni di euro tra domanda e offerta. Anche la Curva Nord ha voluto manifestare la propria delusione per il comportamento di Biglia rivolgendogli diversi epiteti durante la seduta di allenamento: "Indegno, capitano del...", "Capitano piagnone", "Alza i tacchi e vattene a Milano, te lo paghiamo noi il biglietto!", i cori più forti.

La stagione non è ancora iniziata, ma la Lazio è già una polveriera.