1

Appuntamento il 10 luglio ad Auronzo di Cadore. Nascerà quel giorno la Lazio di Pioli. Il nuovo tecnico, in questi giorni in vacanza, è già con la testa a quella data. Il ritiro, che durerà fino al 26 luglio, sarà una tappa cruciale nella costruzione della nuova squadra. Lì saranno poste le basi di un lavoro che, negli auspici di società e allenatore, deve portare molto lontano.

Per questo motivo Pioli spera di avere un organico al completo già dal primo giorno di ritiro. Non avrà a disposizione i giocatori impegnati al Mondiale, anche se l’uscita di scena di Italia e Bosnia gli consentirà di riavere Candreva e Lulic prima del previsto (ad Auronzo in ogni caso i due esterni potrebbero arrivare solo negli ultimi giorni, probabile dunque che si aggreghino alla comitiva nella seconda parte del precampionato). Con o senza organico al completo Pioli comincerà a lavorare sin dal primo giorno al nuovo progetto tattico. Il tecnico - come riporta la Gazzetta Sportiva ed. romana - ha spiegato che il modulo di riferimento sarà il 4-3-3 (con il 4-2-3-1 come alternativa). Al 4-3-3, quindi, Pioli comincerà a lavorare da subito. Ad Auronzo avrà a disposizione 5-6 amichevoli per sperimentarlo. Il programma dei test è in fase di definizione, è probabile che ci siano un paio di amichevoli doppie, cioè due partite (contro avversari diversi) nello spazio di poche ore, forse addirittura lo stesso giorno. Chiaro l’intento di poter dare a tutti i giocatori il maggior minutaggio possibile.