Commenta per primo
"Non mi sono mai sentito il miglior giocatore. Mi sento uguale agli altri, devo correre anche io come tutti. Le critiche? Nessuno è contento quando viene criticato ma io non le guardo queste cose". Queste le parole di Felipe Anderson, trequartista della Lazio, alla vigilia della sfida di Europa League contro il Saint Etienne: "E' sempre emozionante giocare in Europa  con le squadre di altri paesi. Noi vogliamo fare benissimo, così come in campionato. Dobbiamo pensare, però, partita dopo partita, lavorando e dando il meglio. Quando l'avversario ti conosce è più difficile, certo. Ma ogni partita è diversa, si lavora e si fanno determinate scelte proprio per questo motivo. Sì, mi conoscono, ma quello della scorsa stagione non c'è più, ora ci sono io e devo continuare a crescere".