457
Tre punti, scudetto ancora possibile: la Lazio di Simone Inzaghi si trovava già al bivio decisivo della propria stagione, nella seconda partita dopo la ripresa post-lockdown: alle 21.45 presso lo Stadio Olimpico di Roma i biancocelesti vanno sotto e vedono il baratro, ma poi ribaltano 2-1 la Fiorentina di Beppe Iachini, grazie alle reti di Immobile su rigore (28 in campionato) provocato da un intervento di Dragowski su Caicedo e di Luis Alberto (5 in campionato, esultanza polemica), che vanificano il gol da fenomeno di Ribery del primo tempo. La Lazio aveva un solo risultato a disposizione, la vittoria, in seguito al ko di Bergamo contro l'Atalanta e la vittoria della Juve di ieri sera contro il Lecce, che lascia i bianconeri a più 4. Tre punti per inseguire il sogno scudetto, per riscattare la prima sconfitta da gennaio ma anche per difendere il secondo posto dalle inseguitrici Inter e Atalanta, rispettivamente a meno 4 e meno 8. Di fronte una Viola che ha ricominciato non al meglio, pareggiando in casa contro il fanalino di coda Brescia: la zona rossa è a sette punti di distanza, ma ritrova un gran Ribery e lamenta anche un  pò di sfortuna, per la traversa di Ghezzal e alcune decisioni arbitrali.