Commenta per primo
Muslera è pronto, la Lazio anche, e prima del 'rompete le righe' di domenica probabilmente il matrimonio tra la società di Lotito e il portiere biancoceleste si farà. Daniel Fonseca, il suo procuratore, si è sbilanciato qualche giorno fa dicendo che: 'Al 99% il portiere rinnoverà il contratto'. Muslera si sente romano a tutti gli effetti e, anche se le sirene inglesi cantano una musica piacevole, ha scelto di vivere ancora qualche anno nella Capitale. Fernando Muslera approdò alla Lazio nella stagione 2007/08: doveva essere il secondo di Carrizo, che per problemi relativi al passaporto è rimasto un anno in più al River Plate. Il cartellino di 'Nando' - come lo chiamano i suoi tifosi - da allora è lievitato: acquistato per tre milioni di euro dalla Lazio, ora vale più del doppio, e per trattare il suo trasferimento ce ne vogliono almeno sette. Arsenal, Manchester United e altri club inglesi sono alla finestra, perché il nazionale uruguaiano è cresciuto tanto dalla prima e disastrosa stagione, ed è stato protagonista sia con la Lazio che con la sua Nazionale conquistando la qualificazione al Mondiale. Domenica partirà da Roma, direzione Montevideo, e prima di quella data ci dovrebbe essere l'incontro con Lotito per il rinnovo del contratto di cinque anni, con un ingaggio che partirebbe da circa un milione di euro a salire, con bonus e premi. Muslera vuole avere chiaro il suo futuro prima di andare in Sudafrica, e per questo il suo procuratore dovrebbe essere a Roma nei prossimi giorni per incontrare il presidente Lotito. Secondo indiscrezioni l'incontro dovrebbe avvenire venerdì in serata o sabato durante il giorno, visto che i giocatori saranno a Formello per il ritiro pre-partita. Probabile che sabato sera non ci sia nemmeno la passerella finale per Muslera, che potrebbe essere destinato alla panchina per lasciare spazio a Tommaso Berni. Secondo fonti molto vicine al giocatore, il portiere non vede l'ora di rinnovare il contratto con la Lazio: i tifosi gli vogliono bene e a Roma ha trovato il suo 'habitat naturale'. Le serate con Zarate, suo amico fraterno, e con la sua ragazza non lo faranno allontanare dalla Capitale così facilmente. E dal prossimo anno il numero 86 biancoceleste potrebbe ritrovare al suo fianco Juan Pablo Carrizo. Sabbag, il procuratore dell'argentino, ha detto che il portiere vorrebbe riscattarsi a Roma, ma la Lazio non ha intenzione di tenerlo e vorrebbe cederlo in prestito, o addirittura a titolo definitivo, proprio alla squadra da cui è arrivato, il River Plate.