Commenta per primo

 

La Lazio arriva alla sfida con la Juventus dopo l'ottima vittoria nel derby con la Roma. "Contro la Roma abbiamo fatto quello che dovevamo, perchè giocavamo in casa e non potevamo che vincere. Adesso c'è la Juventus, sappiamo che è un campo difficile. Due settimane fa avrei detto che sarebbe stata una missione impossibile e la Juve imbattibile, ma dopo che l'Inter è andata lì e ha vinto anche nell'inconscio si è rotto qualcosa e tutti cominciamo a credere che si possa vincere lì". 
 
Ne è convinto Hernanes, uno dei principali artefici di questo inizio di stagione biancoceleste. "Credo che la Lazio stia facendo bene già da qualche tempo e non è una partita a cambiare il giudizio - sottolinea -, però è sempre importante fare bene e vogliamo farlo anche con la Juve". Contro i campioni d'Italia non ci saranno gli squalificati Lulic (al suo posto Radu) e Mauri (Brocchi è in pole position per sostituirlo), mentre tra i piemontesi mancherà un faro di centrocampo come Pirlo. Tuttavia il big match non perderà di appeal. 
 
"Sono tre assenze importanti, ma tanto la Juve che la Lazio hanno i ricambi che possono dare lo stesso ritmo alla squadra - aggiunge Hernanes -. Tutti sono importanti, ma nessuno è indispensabile diceva il nostro allenatore precedente (Reja, ndr). Se aspettiamo la Juventus, alla fine loro riescono a fare gol, dobbiamo giocare e provare ad attaccarli poi vediamo quello che succede".