Commenta per primo
Il giorno dopo lo splendido gol vittoria messo a segno da Lorik Cana in Fiorentina-Lazio, Lazionews.eu ha intervistato suo padre Agim, che gli fa anche da procuratore. 'Lui ha fatto il suo lavoro, ma in realtà sono un po' scontento con l'allenatore perchè non ha praticamente fatto mai giocare Lorik, ed è stata una sorpresa per tutti noi - le sue parole -. In ogni caso è lui che prende le decisioni sulla squadra; Lorik è un professionista è si fa trovare pronto quando c'è bisogno. Ieri ha fatto molto bene con il gol, ma tutta la squadra ha lottato per vincere, e questa mentalità non c'era stata negli ultimi mesi; ora con Reja sono cambiate le cose. Spero che adesso Lorik possa giocare un po' di più. Il Manchester United su di lui? Vorrei sottolineare due cose. La prima è che per lui c'è innanzitutto la Lazio: ha un contratto fino al 2016 e non pensa al futuro e alle voci di mercato. La seconda cosa è che mai nessuno mi ha chiamato per parlare di Lorik, né da Manchester nè da altre parti. Lui è tranquillo, ma non può certo giocare una partita ogni due mesi, non se lo merita. Rispettiamo le decisioni dell'allenatore, ma il giocatore merita di più. Ora comunque non è momento per parlare di queste cose; tra circa un mese parleremo con la società, per la quale abbiamo massimo rispetto, per capire le loro intenzioni. Purtroppo io non riesco a capire: Lorik è arrivato in Italia come uno dei primi quattro-cinque difensori del campionato e ora all'improvviso arriva un allenatore nuovo e non gioca più. Io sono responsabile della sua carriera e del suo futuro, un giorno la pazienza potrebbe finire. Il connazionale Berisha? Lorik gli ha parlato della Lazio in positivo ed è stato decisivo per il suo arrivo, anche se quando una squadra come quella biancoceleste ti cerca non è difficile decidere. Speriamo che tra qualche anno possa conquistarsi qui una maglia da titolare'.