10
Dopo la conferenza del collega del Bayern Monaco, Flick, è andata in scena la conferenza stampa di Simone Inzaghi e Ciro Immobile. Ecco come si sono espressi l'allenatore e l'attaccante della Lazio.

LE PAROLE DI INZAGHI:

Che emozione sarà giocare questa partita?
"Sarà una grande emozione, sappiamo il percorso che abbiamo fatto quanto è stato diffie in questi cinque anni. Giocheremo con la spensieratezza giusta e l'umiltà che ci contraddistingue".

E' il momento migliore per affrontare il Bayern?
"Il Bayern Monaco è campione di tutto. Ora ha avuto una piccola flessione, ma più che cercare i loro punti deboli sto lavorando sulle certezze della mia squadra".

Ti aiuta preparare queste parte il fatto che tu le abbia giocate? E su Klose...
"Klose mi farà piacere rivederlo perché non lo vedo da tanto. Nelle mie prime 7 partite mi diede grande disponibilità e mi hanno parlato benissimo di lui come allenatore. Aver giocato gare simili mi aiuta, ma penso che siamo in grado di affrontare partite come quelle di domani sera nel migliore dei modi".

L'atmosfera nello spogliatoio...
"Sappiamo da diverso tempo che dovevamo giocare questa gara. Sappiamo che è una ciliegina sulla torta che ci siamo meritati in questi cinque anni. Cercheremo di dare il massimo".

Domani sera alle 23 sarai soddisfatto se...
"Noi vogliamo rimanere aggrappati alla qualificazione in tutte le maniere. Loro sono quasi ingiocabili, ma anche in passato quando ci davano sfavoriti abbiamo fatto bene. La mia squadra ora è più matura, abbiamo giocato tante finali. Dovremo dare il massimo nei 180'".
Sul duello Immobile-Lewandowski?
"Io penso che siano i due attaccanti più forti in circolazione. Stiamo parlando della Scarpa d'Oro dello scorso anno, motivo di grande orgoglio per noi, e un altro che avrebbe vinto il Pallone d'Oro se ci fosse stato".

LE PAROLE DI IMMOBILE

Che consiglio dai al tuo amico Francesco Acerbi per affrontare Lewandowski e sulla Scarpa d'Oro...
"Non vedo l'ora di riceverla, ma ancora non so quando, ringrazio il mister, lo staff e tutti i compagni. Per il Leone non devo dargli alcun consiglio, lo ha già marcato in Polonia-Italia e credo sia uno dei difensori più forti in circolazione".

Sull'attesa per la gara...
"Io come i miei compagni già non sentiamo più la stanchezza per la sfida contro la Samp. Non vediamo l'ora di giocare questa gara, siamo stati bravi a gestire le emozioni. Questa partita è un premio, abbiamo sudato per arrivare qui, abbiamo passato un girone con mille difficoltà, nessuno ci ha regalato nulla. Siamo orgogliosi di quanto fatto e questo ci darà la spinta per fare bene".

Su Lewandowski...
"Io ho grande rispetto per giocatori come Ronaldo e Lewandowski. Potermi confrontare con loro è un orgoglio pazzesco, e superarli ancor di più".

Sulla voglia di rivalsa rispetto alle critiche ricevute in Germania...
"Non devo dimostrare nulla, devo solo fare il bene della mia squadra e della mia gente. Sono emozionato e voglioso per giocare questa partita come triste per i tifosi che non potranno essere all'Olimpico a darci la spinta. Contro i tedeschi, come già detto in passato contro il Dortmund, non ho nulla, voglio solo fare bene"